BIBLIOTECHE, BARI GUARDA A NEW YORK

 

Perché non creare anche a Bari una Public Library che attiri migliaia di persone come quella di New York? Perché non provare ad animare un luogo o più luoghi, pubblici e privati, che facciano della biblioteca non più solo una sala lettura per pochi nostalgici della carta stampata, ma un’esperienza di aggregazione per molti? Questa la proposta che gli imprenditori del Club delle imprese per la Cultura di Confindustria Bari e BAT rivolgeranno al Comune di Bari e alla Regione Puglia, oltre che a una nota esperta del settore come Antonella Agnoli domani 18 ottobre alle 17.30 presso la sala “AncheCinema” di Bari nel corso del dibattito “ Gli spazi del sapere tra biblioteche pubbliche e aziendali”.


Il tema è particolarmente caro agli imprenditori del Club delle imprese per la Cultura di Confindustria Bari e BAT , che, ormai da un paio di anni, hanno allestito vere e proprie biblioteche nelle loro aziende, nell’ambito della manifestazione nazionale #ioLeggoperché, ma oggi si chiedono come farle vivere davvero, anche in connessione con il resto della città e con la cultura digitale.
L’idea di fondo è quella di provare a rinnovare l’offerta della biblioteca tradizionale, discutendone con Graziano Bianco Coordinatore Club Cultura di Confindustria Bari BAT, Mariella Pappalepore di Planetek Italia, Antonio Decaro Sindaco della Città Metropolitana di Bari, Loredana Capone Assessore all’industria turistica e culturale della Regione Puglia, Antonella Agnoli scrittrice e curatrice di biblioteche, Aldo Patruno Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia. Coordina i lavori Andrea Costantino di AncheCinema . Seguirà alle ore 19.30 la proiezione del film “Ex libris: New York Public Library” - Regia di Frederick Wiseman, con una introduzione a cura di Antonella Agnoli.

 

Pin It